martedì, giugno 02, 2009

Finalmente sono ritornata a casa dopo questo lungo we. Dico finalmente, non perché non mi faceva piacere stare con mia figlia ma, perché sono rimasta rintanata in casa, tutti i tre giorni.
Il primo perché eravamo stanchi del viaggio. Domenica, a parte una piccola visitina a degli amici che abbiamo ad Ostia non ci siamo più mossi, A Roma non potevamo andare perché la città era tutta bloccata per consentire lo svolgimento dell’ultima tappa del Giro d’Italia. A Ostia sul lido doveva svolgersi l'Air show delle frecce Tricolore e perciò erano tutte le strade bloccate. Ed infine ieri ha diluviato tutto il santissimo giorno. Ha fatto solo una piccola pausa di due orette e ne abbiamo approfittato per andare a fare un po’ di spesa e poi di nuovo giù acqua a catinelle.
Ma, come dice il proverbio “non tutto il male viene per nuocere”. Ne ho approfittato per ricamare. Ed ecco il risultato del mio “duro” lavoro. Ho ricamato il nome della piccola su un bavagliolo, un ciuccio sul suo contenitore ed un orsetta con il bavagliolo sul portabiberon.
Ecco il ricamo più da vicino.
Ora che mi sono riposata e che è da qualche giorno che non cucino, hanno sempre cucinato mia figlia e il suo compagno, ho deciso di invitare a cena mio figlio e la sua compagna. Ho preparato lasagne
al forno, frittelle di zucchine e per dessert torta gelato al cioccolato.
E domani si ricomincia a lavorare fino a fine mese poi le vere e meritate vacanze.

3 commenti:

PecorellaSmarrita ha detto...

Dai, tutto sommato, un w.e. intenso!
Sabrina :O)

carmen ha detto...

Direi proprio che non ti sei risparmiata, ne' con i ricami ne' con la cucina slurp! : )

ciao Carmen

Francy ha detto...

Wow tra ricami e cucina è stato proprio un week end produttivo... peccato il maltempo .-(

Francy